Chi è il Personal Trainer e come sceglierlo

Il Personal Trainer è una figura professionale preposta a gestire in maniera individualizzata l'esercizio fisico di coloro che si avvicinano o praticano l'attività fisica per migliorare il proprio stato di salute, le proprie performance o la propria composizione corporea.
Il Personal Trainer affianca l'atleta durante tutti i suoi allenamenti, assicurando la corretta tecnica d'esecuzione dei diversi gesti atletici al fine di evitare pericolosi infortuni e favorendo al contempo la progressione dei carichi di lavoro; programma e corregge (col progredire dei risultati) la miglior strategia allenante idonea ad elevare le prestazioni fisiche individuali e ad ottimizzare quindi il risultato finale preposto, sia in termini di tempo che di qualità, indicando a ciascun soggetto quali sono gli strumenti più opportuni da utilizzare e come utilizzarli al meglio, suggerendo infine quali sono le strategie comportamentali più idonee al raggiungimento dell'obiettivo prefissato. Il Personal Trainer può in altri casi fornire una consulenza atletica a 360° in modo da insegnare all'atleta il modo migliore di allenarsi, permettendogli di ottenere comunque il raggiungimento dei propri obiettivi pur non garantendogli la propria supervisione durante lo svolgimento delle singole sedute d'allenamento. (Vedi: Consulenze).

Perchè scegliere un Personal trainer?

Il background culturale di un Personal Trainer è di tipo interdisciplinare ed in continuo aggiornamento, e passa attraverso la fisiologia umana, l'anatomia funzionale, la psicologia, la medicina sportiva, la teoria dell'allenamento e la nutrizione, motivo per cui è rischioso affidarsi a soggetti che improvvisano tale professione.
L'elemento fondamentale per la scelta del P.T. è quindi senza dubbio l'iter formativo dello stesso, preferendo certamente un laureato in "Scienze delle Attività Motorie e Sportive" che ha seguito e che segue costantemente corsi d'aggiornamento scientificamente riconosciuti e magari in corso di specializzazione accademica.
Gli ulteriori elementi da tenere in considerazione per la scelta di un P.T. sono sicuramente le esperienze professionali pregresse, gli eventuali meriti sportivi e le esperienze di forte spessore, come ad esempio la pubblicazione di testi o di articoli scientifici.

La figura del chinesiologo

È sempre preferibile e consigliato affidarsi ad un Chinesiologo, ovvero ad un soggetto laureato in "Scienze delle Attività Motorie e Sportive" la cui preparazione culturale sia quindi certamente passata attraverso lo studio di materie medico-scientifiche come l'anatomia umana, la fisiologia, la biologia, la biochimica, la fisiologia dello sport, la biomeccanica, la medicina e patologia nello sport e la psicologia, poichè chi non sceglie il percorso accademico è costretto a districarsi tra i tanti corsi di formazione delle tante Federazioni, Associazioni, Enti di promozione sportiva o aziende private, i quali per la loro brevità di durata, per le svariate differenze d'insegnamento e per l'assenza di pre-requisiti da parte degli stessi candidati, fa si che manchi un know-how (livello di competenza) uniforme, completo e soprattutto radicato in tali soggetti, elementi essenziali per lo svolgimento di tale professione. (Vedi: Chi Sono?)

Skype